L’impresa dei “mille” volontari del Servizio Civile con i Salesiani

“Svolgere il Servizio Civile in Italia con i Salesiani è una buona occasione per intraprendere e sperimentare la cittadinanza attiva, avvalendosi del prezioso sistema educativo di Don Bosco. Un anno per crescere, formarsi, e mettersi in gioco confrontandosi ogni giorno con la società che ci circonda e con noi stessi” sono le parole di Rossella che  da oltre sette anni si occupa del Servizio Civile per i Salesiani,in Italia.

Alle sue parole si aggiungono quelle di Stefano coordinatore, invece, del Servizio Civile all’estero:  “I progetti di Servizio civile fuori del nostro paese sono un’occasione per i giovani per confrontarsi  con un’altra cultura, crescere a livello personale e svolgere un’esperienza professionalizzante nel settore educativo. Ogni volontario avrà, infatti, la possibilità di svolgere il proprio servizio nel ruolo di animatore e di  educatore”.

Con la pubblicazione del Bando di Servizio Civile per il 2015 i Salesiani hanno a disposizione 818 posti. Saranno quasi novecento i giovani da accogliere, formare e impiegare in servizi di volontariato, presso le nostre sedi in uno dei 66 progetti approvati su quasi tutto territorio nazionale (sono esclusi solo il Trentino e il Molise). Mentre all’estero  le nazioni coinvolte, per i progetti di Servizio Civile sono la Spagna, il Madagascar, la Bosnia, la Bolivia, l’Angola, il Burundi e la Palestina grazie anche alla collaborazione del VIS, la ONG salesiana che si occupa di cooperazione internazionale.

A questi 818 volontari si aggiungono i 173 giovani già avviati a marzo con il programma Garanzia Giovani che si svolge però nelle sole regioni del Friuli Venezia Giulia, della Sardegna, del Lazio, della Basilicata, della Campania, della Puglia e della Sicilia.

Un dato, quello dei volontari, che Don Giovanni referente nazionale dei Salesiani per SCN e Presidente dei Salesiani per il Sociale, l’ente accreditato presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile della Presidenza Consiglio dei Ministri, dal 2002, commenta così: “Con una semplice addizione emerge il dato che i giovani accolti sono quasi mille, una cifra che richiama la famosa epopea garibaldina che contribuì alla nascita dello stato unitario 154 anni fa. Nel nostro caso i “mille” volontari del Servizio Civile concorreranno alla “difesa della Patria con mezzi ed attività non militari” (così recita articolo 1 della Legge 64/2001 che istituisce il Servizio Civile Nazionale) che saranno impegnati in servizi educativi di natura socio – assistenziale, culturale, patrimonio artistico – culturale.

Per Informazioni e consegna domande sulServizio Civile Nazionale in Piemonte:
Ufficio Servizio Civile – Fabio Franchetto
Via Maria Ausiliatrice, 32 – 
10152 Torino
Tel.: 011.5224720 
- Fax: 011.5224721
Email: fabio.franchetto@31gennaio.net
Orario: lun – ven: 8.30 – 12.30

Related posts